Notizie Info Consigli Alghero | Blog | Roccia dell’Elefante

Trolley

La Roccia dell’Elefante: storia di una visione

La Sardegna è un posto in cui si può fare con le rocce quel che ovunque si fa con le nuvole, cioè immaginarvi forme, fingervi somiglianze, contaminare la geologia con la biologia.


Ma se le nuvole sono proverbialmente mobili e mutevoli, le rocce sono l’esatto opposto, sicché quando qualcuno vi scorga una qualche forma particolare c’è buona probabilità che la fascinazione possa appunto pietrificarsi, attecchendo alla roccia per sempre, come il più ostinato dei licheni.


La celebre Roccia dell'Elefante nel comune di Castelsardo è l’esempio più tipico di questo fenomeno anzitutto mentale. Oggi vi sembra del tutto ovvio che questo grosso masso alto circa quattro metri rappresenti un pachiderma seduto con la sua gran proboscide rivolta verso la strada. Eppure, per secoli fino addirittura all’Ottocento nessuno vi aveva scorto niente di simile. Anche nei documenti ufficiali, si chiamava semplicemente “Sa Pedra Pertunta”, cioè la pietra traforata: nessuna traccia di elefanti in Sardegna.


Fu Edoardo Benetti, studioso lombardo trasferitosi in Sardegna alla fine del 1800, ad avere per primo l’illuminazione: “Chi da Castelsardo percorre la via Nazionale che conduce a Sedini, d'un tratto si trova di fronte ad uno strano spettacolo. Un gigantesco elefante, tre volte più alto degli enormi mamhut preistorici, par che esca dalla giungla e s'incammini verso la montagna”. Al che tutti si guardarono a bocca aperta: ma sì, è proprio un elefante! Ha ragione l’Edoardo! Come abbiamo fatto a non accorgercene prima?


Ecco, è proprio così che guadagniamo, centimetro dopo centimetro, la natura all’umano. Il fatto è che la roccia di Castelsardo era ampiamente umana già prima che l’immaginazione di Benetti vi indovinasse un pachiderma. Al suo interno, infatti, fin da epoca preistorica, erano state scavate due strutture sepolcrali dette “Domus de Janas”, ovvero le “case delle fate”. Peraltro, nelle zone interne della Sardegna potrete sentire l’espressione: “Mi pàret un'òmine jànu”, (“Mi sembra un uomo janu”), per indicare una persona dal fisico minuto, una specie di folletto.


Elefanti, fate, folletti: parafrasando lo splendido saggio-guida su Praga di Ripellino, questo nostro blog si potrebbe benissimo intitolare “Sardegna magica”.

Reservation
IL MEGLIO PER IL TUO VIAGGIO, SOLO SUL NOSTRO SITO

Scopri il Catalunya, nel cuore di Alghero, e prenota in tutta sicurezza la tua vacanza da sogno o il tuo viaggio di lavoro.

PREFERISCI CHIAMARE?
+39 079 953.172

4

Buoni motivi per prenotare
sul nostro sito

Special Offers
IN ESCLUSIVA SUL NOSTRO SITO

L’Hotel Catalunya ti propone offerte speciali per il tuo soggiorno ad Alghero in tutti i periodi dell’anno. Prenota sul nostro sito ufficiale per essere sicuro di usufruire delle offerte speciali più vantaggiose.

Miglior prezzo garantito

Se entro 24 ore dalla prenotazione troverai una tariffa più bassa, agli stessi termini e condizioni, contattaci e la applicheremo al tuo soggiorno scontandola ulteriormente del 10%!

 

Offerte esclusive

Sconti, pacchetti e speciali omaggi riservati solo a chi prenota direttamente sul nostro sito.

 

Rapporto diretto

Gestiremo personalmente la tua prenotazione e potremo disegnare insieme un'offerta su misura, trovando la soluzione più adatta alle tue esigenze e offrendoti preziosi consigli per il tuo soggiorno.

Sicurezza

Con noi i tuoi dati personali e quelli della tua carta di credito saranno al sicuro: verranno trattati dal nostro staff in totale riservatezza e nel pieno rispetto delle norme sulla privacy.